Visita-endocrinologica-a-Parma-Poliambulatorio-gemini

Visita Endocrinologica

Poliambulatorio Gemini

Endocrinologia Parma  Poliambulatorio Gemini

La visita endocrinologica consente di individuare e trattare le eventuali patologie legate al malfunzionamento delle ghiandole endocrine, che hanno il compito di produrre e immettere nell’organismo particolari sostanze denominate ormoni.

Gli ormoni sono responsabili di un ampio numero di effetti a lungo termine nel corpo umano, sono immesse nel plasma proprio da diverse ghiandole, che comprendono: ipofisi, tiroide, paratiroidi, ghiandola pineale, ghiandole surrenali.

Le attività della funzione endocrina sono svolte, assieme alle ghiandole elencate, da diversi organi coinvolti nel processo:
fegato, pelle, reni, timo, miocardio, timo, placenta, gonadi

 Il sistema endocrino è responsabile (in correlazione on il sistema nervoso) della regolazione di diverse funzioni corporee, quali:
– crescita e sviluppo puberale;
– ciclo veglia-sonno
– attività riproduttiva e gravidanza
– assunzione di cibo e digestione
– temperatura corporea e bilancio idrico

I disturbi ormonali o malattie endocrine sono frequenti, spesso croniche e non necessitano procedure chirurgiche per essere risolti.

Visita specialistica endocrinologica a Parma

Visita endocrinologica riguarda la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle patologie connesse a squilibri e alterazioni metaboliche e ormonali.

Questi disturbi possono avere origine da:

  • malfunzionamento delle ghiandole (disturbi primari);

  • mancata regolazione da parte dell’ipofisi (disturbi secondari);

  • eccesso nella produzione di un ormone (iperfunzionalità);

  • riduzione nella produzione di un ormone (ipofunzionalità);

  • patologia del fegato o dei reni, per cui gli ormoni che svolgono una certa funzione non vengono eliminati;

  • assenza/malfunzionamento di un recettore per uno specifico ormone;

  • presenza di tumori (generalmente benigni), lesioni, noduli.

Le malattie endocrine e metaboliche più diffuse includono le seguenti patologie:

– Ipertiroidismo:

la tiroide produce troppi ormoni tiroidei, stimolando iperattività negli organi interessati.
Sintomi principali: perdita di peso, insonnia, aumento del battito cardiaco, aritmie, sudorazione, vampate di calore, nervosismo, irregolarità del ciclo mestruale.
– Ipotiroidismo:

la tiroide non produce sufficienti ormoni tiroidei, con un seguente rallentamento di diverse attività fisiologiche.
Sintomi principali: affaticamento, depressione, gonfiore di occhi e viso, costipazione, pelle e capelli secchi, stitichezza.

– Diabete mellito:

eccesso di zuccheri nel sangue causato da un deficit di produzione di insulina da parte del pancreas.
Sintomi principali: aumentato della diuresi (maggiore produzione di urina), aumento di fame e sete, stanchezza, sonnolenza, nausea, perdita di peso.

– Iperlipidemia:

eccesso di lipidi nel sangue (colesterolo e/o trigliceridi) o basso livello di colesterolo HDL (il “colesterolo buono”).
Sintomi principali: ingrossamento di fegato o milza, pancreatite, dolori all’addome o alle gambe, formicolio di mani e piedi, difficoltà respiratorie, depositi di grasso sulla pelle.

– Acromegalia:

eccessiva produzione dell’ormone della crescita, generalmente causata da un tumore benigno nella ipofisi.
Sintomi principali: una crescita anomala che si manifesta con una progressiva deformazione delle ossa, prognatismo (protrusione della mandibola), gonfiore di mani e piedi, ingrandimento della lingua e del cuore, aumento di spessore della cartilagine della laringe (che comporta abbassamento del tono della voce), dolori articolari.

– Ipopituitarismo:

ridotta o assente di uno o più ormoni da parte della ipofisi.
Sintomi principali: sviluppo limitato nei bambini (nel caso di la carenza di ormone della crescita); riduzione della fertilità e dei caratteri sessuali secondari (nel caso di carenza degli ormoni che stimolano le gonadi); ipotiroidismo (nel caso di carenza di ormone tireostimolante); mancata lattazione dopo il parto (del caso di carenza di prolattina).

Svolgimento della visita endocrinologica

Una volta svolta l’anamnesi del paziente per conoscere le condizioni presenti, condizioni preesistenti e familiarità con determinate patologie, lo specialista procede con l’esame obiettivo, per rilevare aspetti che potrebbero essere determinati da disturbi endocrini e metabolici.

Le verifiche includono:
– auscultazione per valutazione cuore e polmoni;
– rilevazione pressione del sangue e pulsazioni;
– osservazione aspetto di pelle, capelli, mani, piedi, interno della bocca, addome;
– ricerca eventuali noduli tramite palpazione;

Data la complessità della regolazione del sistema endocrino, i test diagnostici sono molto importanti nella diagnosi della patologia e la definizione del trattamento più efficace.

Questi test comprendono:
– esami del sangue, per stabilire la presenza degli ormoni in circolo o i corrispettivi indicatori, oltre che i valori di glicemia, trigliceridi e minerali
– esame delle urine, per stabilire, ad esempio, la presenza di acidi e chetoni;
– test salivare ormonale, per stabilire il livello degli ormoni sessuali;
– ecografia, per individuare noduli nella tiroide e osservare le ghiandole paratiroidi;
– ecocolordoppler, per evidenziare eventuali occlusioni dei vasi, che determinano disturbi come l’ipopituitarismo;
– radiografia, per stabilire sospetti problemi di crescita irregolare nel bambino e adulto (acromegalia);
– risonanza magnetica, per osservare tessuti molli e individuare possibili masse presenti nel pancreas e ghiandole surrenali;
– tomografia computerizzata (TAC), per esaminare l’anatomia e possibili anomalie delle ghiandole endocrine;

Prevenzione Tiroide

Il pacchetto comprende i seguenti esami:

  • Visita specialistica Endocrinologica con ECO
  • Analisi cliniche
tiroide-prevenzione-parma

Prevenzione Tiroide

Analisi Cliniche con Visita Endocrinologica

Medici specialisti

foto-dottoressa-mancante

Dott.ssa Di Secli Cecilia

Specialista in Endocrinologia e Diabetologia

foto-dottoressa-mancante

Dott. Stecconi Bortolani Giorgio

Specialista in Endocrinologia